Top Panel
Giovedì, 21 Gennaio 2021

2018

1 ora per partecipante (se volete potete invitare vs amici pagando 1 ora per ciascuno)?;
pranzo presso il ristorante ??;
visita del Museo Etnografico - Maglio Calvi - Chiese di San Giuliano e San Bartolomeo con dipinti del Moroni e pregevoli opere d'arte.

PROGRAMMA
ore 8.45 ritrovo davanti scuole elementari di Redona
ore 9.00 partenza ​(condivisione dei posti in auto)?
ore 9.30 arrivo ad Albino con inizio visita Museo Etnografico - Maglio Calvi
ore 12.30 pranzo ristorante
ore 15 visita delle Chiese di San Giuliano e San Bartolomeo
ore 17 rientro a Bergamo.

Attachments:
Download this file (Visita Comenduno.pdf)VOLANTINO EVENTO1051 kB

Scambiatempo Redona - Banca del Tempo  E' con piacere che condividiamo la proposta della nostra socia Simona per un ciclo di incontri sulla potenza del "Pensiero Positivo", utili fin da subito per migliorare la qualità della vita di tutti i giorni. Gli incontri saranno tre è si terranno presso la nostra sede della Casa Civica in Via Leone XIII, 27 a Bergamo. Il costo previsto è di 4 ore per ​la partecipazione a tutti i moduli, fondamentale la partecipazione al primo incontro oppure 2/h a serata. L'iscrizione deve essere inviata tramite a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. indicando nome, cognome e BDT di appartenenza. Le iscrizioni si chiudono il 14 maggio.sicurezza

 

29 gennaio alle ore 20.45 - Scambiatempo Redona propone un incontro: I campi di mais sono così abituali nel paesaggio della pianura Padana, da essere diventati un elemento caratteristico del Nord Italia, e in particolare della Bergamasca. In effetti, il mais è stato per diversi secoli un sostegno indispensabile per la sopravvivenza delle popolazioni delle nostre campagne. Ma il mais è una specie che viene da lontano, da una terra oltre l'oceano, da una civiltà che è scomparsa prima di poterci trasmettere le caratteristiche della pianta intorno a cui era fiorita. La serata è l'occasione di fare due chiacchiere tra aspetti storici e agronomici e qualche curiosità su una pianta di cui conosciamo molte cose, e tante altre ne possiamo scoprire . Per iscriversi è necessario mandare una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

15 gennaio alle ore 20.45 - Scambiatempo Redona propone un incontro dal titolo "La cura e la protezione dell'ambiente nel quale abitiamo, cosa lasciamo in eredità ai nostri figli?" a cura di Sergio Chiesa, un nostro socio geogolo. In modo particolare si parlerà della Valle Seriana e dei fenomeni (come terremoti, frane, ecc.) che la coinvolgono. Il costo della partecipazione è di 1 e 30 minuti a socio e di 15€ per l'utilizzo della sala da suddividere tra i partecipanti. Per iscriversi è necessario mandare una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Il 2016 aveva già segnato un record di oltre 1.100 ore e 350 prestazioni, Il 2017 risponde con un movimento di ben 1620 ore e 664 prestazioni.
Ma cosa ha reso possibile ciò?

Le persone sono meno diffidenti, hanno capito o stanno capendo, che una Banca del Tempo:
non è Volontariato;
non è Beneficienza;
non è Obbligatorietà;
non è Vendita;
non è un’agenzia del lavoro, ne concorrenza professionale;
non è una forma di Welfare disegnata sulla crisi.

Inoltre chiunque ha compreso che la condivisione non è altro che una ricchezza prima individuale, e dopo collettiva, ma se non fosse stata prima collettiva, chi avrebbe ricchezze individuali?
Ogni Banca del tempo ha una propria individualità, legata al territorio, alle esigenze dei soci, alla sua cultura. Ma sempre con lo stesso fine.

Nella nostra BDT, sempre di più si sta uniformando un concetto di aiuto reciproco nella quotidianità, che siano passaggi, attività, lezioni, aiuti anche solo per organizzare una festa, o per cedere prodotti agricoli, alla cultura del uso e riuso solidale, (come cita il mercatino del baratto del nostro coordinamento Provinciale), abbigliamento o oggettistica varia inutilizzata che altrimenti andrebbe in discarica.
Bisogna abolire l’idea che la BDT nasce per far fronte alla crisi economica degli ultimi anni. Non è vero, indipendentemente dal periodo dalle crisi, all'interno di una BDT, ogni socio “soggetto individuale” scambia in modo facoltativo e liberamente il proprio talento e le proprie competenze, per chiunque ne abbia bisogno. Ognuno arricchisce attraverso occasioni fornite da altri soci, il proprio tempo, intrattenimento, hobbistica, cultura, eventi e altro ancora. In questo pacchetto, non manca la relazione umana, alla base di ogni rapporto la fiducia, rispetto, amicizia, collaborazione, tutti uguali a tutti, senza distinguo alcuno, dove alleanze e collaborazioni creano e costruiscono un successo sociale senza precedenti. Grazie a tutti e buon 2018